4 RAGIONI
;

UNA CAMPAGNA REALIZZATA CON IL SUPPORTO DI
SCEGLI DI SOSTENERCI!
Con la prossima dichiarazione dei redditi puoi destinare il tuo 5 X MILLE alla Ricerca dell'Università degli Studi di Torino.

Questa operazione non comporta ALCUNA SPESA AGGIUNTIVA nè ulteriore TASSAZIONE.

E' un gesto che NON COSTA NULLA, ma può fare MOLTO.

BASTA LA TUA FIRMA.



;
IL FUTURO DELLA RICERCA È NELLE TUE MANI
Il 5 x MILLE ha bisogno della tua firma per essere destinato alla RICERCA UNIVERSITARIA.
SOSTENERE LA RICERCA
significa sostenere un motore essenziale di sviluppo, di crescita occupazionale e di avanzamento economico e civile del nostro territorio.
LA TUA FIRMA
diventerà lo strumento essenziale in grado di conservare un patrimonio di eccellenza da cui tutti possiamo e dobbiamo continuare a trarre benefici.
UN SEMPLICE GESTO
che ci permetterà di sostenere i nostri RICERCATORI e i PROGETTI di RICERCA, le BORSE di STUDIO e tutte le altre iniziative a favore del diritto all'istruzione universitaria.
LE TESTIMONIANZE DEI NOSTRI RICERCATORI
DAVIDE BALMATIVOLA
Il dott. Balmativola si occupa di ricerca nell'ambito del carcinoma alla mammella e di diagnosi su biopsie e agoaspirati. Nel suo settore, fare ricerca significa lavorare a stretto contatto con il laboratorio, quindi con la ricerca di base, e con i medici di corsia, quindi con la ricerca clinica, creando un ponte tra le due realtà. Ha collaborato alla stesura del protocollo attualmente utilizzato all'ospedale Molinette per il trattamento del carcinoma della mammella.
SARA MORANDI
La prof.ssa Sara Morandi è chimico fisico e si occupa della caratterizzazione di materiali che possono essere impiegati come catalizzatori o come sensori di gas. Ci testimonia di una delle scoperte scientifiche di cui l'Università di Torino può andare particolarmente fiera: quella del gene principale causa della SLA, Sclerosi Laterale Amiotrofica, il cui gruppo di ricercatori è coordinato da Professori che afferiscono all'Università di Torino.
MATTEO SERENO
Il prof. Sereno si occupa di progettazione, verifica e ottimizzazione di reti di comunicazioni e di applicazioni che usano la rete. Come ci racconta il prof. Sereno, la ricerca si pone come obiettivo l'avanzamento della conoscenza, e trova applicazioni anche in settori molto lontani e con tempistiche imprevedibili. Come ad esempio è accaduto con l'applicazione della teoria dei numeri nei sistemi di sicurezza per l'home banking delle nostre banche.
MARCELLO BARICCO
Professore di metallurgia, il prof. Baricco ha focalizzato il suo campo di ricerca sulle tematiche energetiche,  studiando come i materiali metallici possono immagazzinare idrogeno. La chimica industriale ricopre un ruolo importantissimo sul territorio piemontese e nazionale perché, studiando e sviluppando nuovi materiali, crea un nesso fondamentale tra le idee dei laboratori e le possibili applicazioni nelle realtà aziendali.